Dante a mezzogiorno (del 25 marzo)

COMUNICATO STAMPA

INIZIATIVE dell’Associazione degli italianisti per il 25 marzo 2020 (#Dantedì#IoleggoDante)

Roma, 24 marzo 2020

L’Associazione degli Italianisti, con la sua Sezione Didattica (Adi-SD) e il suo Gruppo Dante, ha organizzato a partire dalle 12 e 15 del 25 marzo 2020 la lettura attraverso collegamenti online, nelle scuole secondarie superiori, del canto XXVI dell’Inferno e in particolare del discorso di Ulisse, per inaugurare a livello nazionale il Dantedì.

Alla proposta, avviata in accordo con quanto auspicato dal Ministero dell’Istruzione e dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, hanno aderito scuole di tutta Italia: un elenco è disponibile sul sito https://adisd.blogspot.com/2020/03/dantedi-iniziative-delle-scuole-in.html.

Alcuni materiali prodotti da un gruppo di circa quaranta scuole, che hanno seguito il percorso didattico Perché Dante è Dante?, saranno resi disponibili sul sito www.dantenoi.it. In questo sito saranno anche forniti i link a numerosi video danteschi, preparati a cura di docenti dell’Adi o comunque di notevole interesse e qualità. Ricordiamo anche le attività che coinvolgeranno il Cepell (Centro per il libro e la lettura: https://www.cepell.it/it/), la mostra “Ulisse. L’arte e il mito” (Forlì, Musei San Domenico: video al link https://youtu.be/B7NPaGaTfTQ), e pordenonelegge (introduzioni alle cantiche disponibili sul sito www.pordenonelegge.it e sulle pagine social collegate).

Anche gli Atenei italiani saranno coinvolti nell’iniziativa, in maniera autonoma e con orari diversi. In particolare, l’Adi ha accordato il suo patrocinio, con l’avallo del Ministero dell’Università e della Ricerca, a iniziative online che sono in fase di organizzazione nelle Università di Bologna, Catania, Napoli Federico II, Perugia per Stranieri, Pisa, Roma Sapienza, Roma Tor Vergata, Salerno, Sassari, Torino, Trieste, e partecipa a numerose altre: un elenco, continuamente aggiornato, è disponibile nel sito dell’Associazione: www.italianisti.it.

In questo periodo così difficile per il nostro Paese, la creazione di comunità locali o nazionali, sia pure online, può costituire un piccolo ma importante segno di speranza e di apertura. Dopo questa iniziativa, l’Adi s’impegna a proporre riletture e riflessioni non solo su Dante ma anche sui tanti autori della nostra letteratura che possono offrire strumenti per interpretare tanto il passato e la storia, quanto il presente e l’attualità.

Per ulteriori informazioni, si prega di contattare il Presidente dell’Associazione, prof. Gino Ruozzi (gino.ruozzi@unibo.it), oppure la Presidente di Adi-SD, prof.ssa Silvia Tatti (silvia.tatti@uniroma1.it), oppure il coordinatore del Gruppo Dante – Adi, prof. Alberto Casadei (347-0782018).

Per il precedente comunicato: Comunicato del 18 marzo 2020